Orso Bruno Marsicano

Tane di svernamento dell' Orso bruno Marsicano

Considerata l'importanza della tranquillità delle zone di svernamento, e l'ampia distribuzione di questa pubblicazione, l'argomento delle tane è stato volutamente tralasciato. Non vengono qui fornite indicazioni per il loro ritrovamento per motivi protezionistici. Non vorrei facilitare quanti tra fotografi, "appassionati" e curiosi, volessero rinvenire i siti di svernamento. Invito quanti autonomamente volessero comunque compiere delle ricerche mirate, a lavorare esclusivamente nel periodo estivo, più precisamente nei mesi di giugno, luglio ed agosto, Diversamente si potrebbe arrecare grave disturbo alla specie. L'Orso e infatti solito visitare il sito dove svernare già parecchio tempo prima di ritirarsi per il letargo. Nel caso poi in cui la tana sia abitata da una femmina accompagnata dai piccoli nati nell'anno, questa tende ad abbandonare tardi la tana e, magari a soggiornare nei suoi paraggi. Se un Orso viene disturbato durante il letargo solitamente abbandona la tana e si rifugia in una tana di riserva; nel caso di femmine accompagnate da piccoli il loro disturbo può portare anche alla perdita della prole.

Per ragioni non ancora completamente chiare, lo stesso Orso raramente utilizza per due inverni di seguito la stessa tana (forse per "sbarazzarsi" di fastidiosi parassiti), quindi anche volendo effettuare un appostamento nelle sue vicinanze pur rischiando di disturbare la specie, difficilmente si potrà osservare l'Orso magari presente nell'inverno precedente.

Foto dell' interno di una tana dell' orso
In primo piano si possono osservare i ramoscelli di abete rosso portati all'interno dell'Orso per la realizzazione del giaciglio.
(Foto A. Caliari)

<<Guida al riconoscimento degli indici di presenza dell' Orso Bruno Marsicano (Ursus arctors marsicanus)>>
- Carlo Frapporti -   frapporti@tin.it.