Orso Bruno Marsicano

Premessa al riconoscimento delle tracce dell' Orso bruno marsicano

Sempre più frequentemente negli ultimi anni, probabilmente grazie anche all'aumento degli "osservatori", è stata accertata la presenza, generalmente sporadica, di esemplari d'Orso bruno marsicano anche in aree molto distanti dal Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise, che resta il territorio con la maggiore concentrazione di Orsi di tutto l'Appennino. I residenti delle aree interessate dalla "nuova" presenza di Orsi si trovano di fronte ad una "nuova" specie e alle tracce del suo passaggio per molti sconosciute, con problematiche nuove di coesistenza e integrazione tra uomo e Orso.

Esistono svariati opuscoli, libri e dispense dedicate al riconoscimento delle tracce degli animali, ma questa guida ha come obiettivo prioritario quello di aiutare a migliorare la qualità delle conoscenze sull'Orso bruno marsicano. Quindi, oltre alla capacità di identificare con maggior affidabilità i segni rinvenuti, compito tutt'altro che trascurabile, questo opuscolo e stato realizzato per fare in modo che tutti coloro che si trovano, per ragioni diverse, ad operare sul territorio, siano in grado di agire nel modo migliore e, allo stesso tempo, fornire a chiunque (pastori, cacciatori, guardiacaccia, semplici escursionisti, boscaioli, ecc.) nozioni ed indicazioni che consentano di acquisire informazioni su base più ampia e diffusa.

Questa guida e stata pensata anche quale supporto per corsi di formazione indirizzati a quanti volessero, a vario titolo, collaborare con ricerche sull'Orso bruno marsicano. Infatti e importante poter contare sul maggior numero possibile di persone in grado di fornire informazioni attendibili sulla presenza dell'Orso bruno. Le informazioni sono attendibili quando il rilevatore e in grado di identificare correttamente i segni di presenza. In questo senso e imprescindibile un bagaglio di conoscenze teorico-pratiche adatto alto scopo. Tutte le segnalazioni di Orso bruno nell'Appennino sono importanti, ma nell'ambito di un progetto più ampio di gestione e conservazione fondato su basi solide e opportuno effettuare uno sforzo ulteriore ed inquadrare la ricerca dei segni di presenza in uno schema consono agli obiettivi che di volta in volta saranno individuati. Da qui la necessità di fornire in questa guida alcune indicazioni sulle metodologie di raccolta dei dati che mettano l'operatore nelle condizioni, anche professionali, di poter svolgere al meglio il suo compito, che dovrà essere comunque corroborato da una robusta esperienza di campo!

<<Guida al riconoscimento degli indici di presenza dell' Orso Bruno Marsicano (Ursus arctors marsicanus)>>
- Carlo Frapporti -   frapporti@tin.it.