Orso Bruno Marsicano

Giacigli dell' Orso bruno Marsicano

A prescindere dal letargo trascorso nella tana, per il restante periodo dell'anno l'Orso riposa, durante il giorno, in giacigli all'aperto che egli stesso prepara. I giacigli sono ubicati in zone tranquille, impervie, rocciose o con folta copertura boscosa e frequentemente sono posti vicino ad un masso, o ad un tronco d'albero a coprire uno del lati. In genere, infatti,  gli Orsi "riposano" con la schiena rivolta verso tronchi, massi o rilievi del terreno. Spesso a forma di ovale irregolare, sono simili per dimensioni a quelli del cervo. La lunghezza varia dai 70 ai 130 cm circa. Solitamente, forse per motivi "precauzionali", lo stesso Orso non utilizza due volte di seguito lo stesso giaciglio, anche quando frequenta la stessa area, o porzione di bosco, per riposare. Generalmente i giacigli sono preparati senza cure particolari. A volte, soprattutto nei mesi più caldi, sono costituiti da avvallamenti poco profondi scavati dall'Orso nel terreno, mentre nei periodi di pre e post letargo questi giacigli possono essere imbottiti con foglie, erba secca o piccoli rami. L' appartenenza ad Orso di un giaciglio e generalmente confermata dal rinvenimento di escrementi, di solito presenti nelle immediate vicinanze del giaciglio (da 20 cm a 10 m di distanza circa), e dai peli (trovati magari con l'ausilio di una lente e di una torcia elettrica). A prima vista i peli sono difficili da rilevare, ma una più accurata e minuziosa ricerca per dare eccellenti risultati.
Anche nei giacigli degli ungulati e possibile rinvenire peli; in questi casi, come già ricordato sopra, risulta fondamentale saper distinguere i peli delle diverse specie, o comunque contattare chi è in grado di dare utili indicazioni

<<Guida al riconoscimento degli indici di presenza dell' Orso Bruno Marsicano (Ursus arctors marsicanus)>>
- Carlo Frapporti -   frapporti@tin.it.